IL SETTORE MINITENNIS

Binäre Option itm Sono naturalmente previsti brevi periodi di vacanza a Natale e Pasqua e nei giorni festivi del calendario ufficiale scolastico.
La frequenza al corso può essere monosettimanale, oppure bisettimanale, a discrezione dei genitori e, ovviamente in armonia con le esigenze scolastiche del bambino; ogni seduta di addestramento prevede un’ora di tennis e un’ ora di ginnastica.
Le attività si svolgono sia all’aperto che al coperto nelle strutture del circolo e  sono seguite sono costantemente controllate da personale adeguatamente preparato al lavoro e alla scuola tennis in età infantile: g what is binary options copy trading li istruttori F.I.T.  Niccolò Orlandi e Neri Parenti e  il Preparatore Atletico F.I.T. Lorenzo Signori.
La finalità del corso è quella di favorire lo sviluppo delle capacità di coordinamento fisico attraverso un approccio ludico al tennis, concepito, agli inizi più come un gioco con la palla che non come una specifica attività agonistica che, eventualmente , potrà svilupparsi in seguito.
Gli obiettivi del corso sono l’educazione allo sport e ai suoi principi, l’insegnamento della tecnica e della tattica tennistica di base oltre allo sviluppo delle capacità di armonizzare i movimenti del corpo con la palla e la racchetta (attrezzi del tennista).
Questi obiettivi vengono raggiunti grazie a un programma di lavoro basato sui seguenti punti :

  • la familiarizzazione con spazi (il campo da tennis), attrezzi e compagni;
  • l’insegnamento induttivo dei movimenti attraverso la spiegazione, l’esempio e la prova degli elementi tecnici fondamentali;
  • i giochi in area attrezzata per lo sviluppo delle capacità coordinative;
  • l’apprendimento delle regole per lo sviluppo della conoscenza del gioco del tennis e lo sviluppo del conseguente spirito sportivo;
  • la competizione con giornate di gare amichevoli dedicate alle partite e all’arbitraggio;
  • l’animazione e la socializzazione attraverso l’organizzazione periodica di feste, premiazioni, momenti ludici e di gioco collettivo, gite;

o-systems binary options Gli spazi ed i materiali sono dimensionati in relazione all’età e al livello tecnico espresso durante il corso in modo che il bambino si trovi a suo agio e possa confrontarsi con un contesto e attrezzature appositamente studiate sulla sua maturazione e sviluppo (racchettine di diverse misure, back and drive, minireti, palline di spugna più leggere, depressurizzate, mid).
Una parte delle esercitazioni viene svolta sottoforma di gara a punti e, come per i più grandi, per ogni gruppo di lavoro, viene stilata una classifica che premia gli allievi che realizzano il maggior numero punti ogni mese di lavoro (leader del mese), a Natale (leader di Natale), a fine corso (leader dell’anno).
I maestri provvedono a monitorare gli allievi più promettenti per coinvolgerli nelle attività che la Federazione Italiana Tennis organizza tramite i P.I.A. e a indirizzarli verso una iniziale attività di gare a livello provinciale e regionale.

binary options portal

  • FESTA DI NATALE
  • CARNEVALTENNIS
  • PASQUA CON SORPRESA
  • TORNEO DI DOPPIO GENITORE-FIGLIO
  • FESTA DI FINE CORSO

L’attività formativa prosegue anche alla conclusione ordinaria dei corsi, con la partecipazione ai Centri Estivi Match Ball Tennis Camp, organizzati nei mesi di giugno, luglio e settembre in modo da consentire, a chi lo desideri, una continuità formativa della pratica sportiva.

Naturalmente è consigliata la partecipazione ai corsi dall’avvio delle attività, tuttavia è possibile iscriversi al corso di Minitennis anche a corsi già iniziati previa una specifica prova per la verifica del livello e il conseguente accertamento della disponibilità di posti nei gruppi di lavoro già costituiti.
Le preiscrizioni per l’anno successivo sono aperte per tutto il mese di giugno e luglio.

Ulteriori informazioni

Il“minitennis“ è la progressione didattica che facilita l’avvicinamento, l’avviamento e il perfezionamento nello sport del tennis dei bambini in età infantile (prescolastica e i primi anni della scuola elementare).
Multilateralità, polivalenza, spazi a misura di bambino, facilitazione dell’affiliazione, incremento della motivazione sono alcuni dei temi centrali della pedagogia del minitennis.
Un sistema di insegnamento che tiene conto soprattutto delle esigenze e delle necessità dei bambini, anche molto piccoli e quindi in fase di crescita e di scoperta. Elemento fondamentale del mini-tennis è l’approccio ludico allo sport inteso come divertimento: l’esigenza primaria dei bambini è quella di giocare e il minitennis è soprattutto un gioco ed un momento di socializzazione di grande valore educativo; un gioco guidato da un maestro attraverso semplici regole da imparare e rispettare; un gioco da svolgere in compagnia ed assieme ad altri bambini, un gioco che aiuta lo sviluppo fisico e mentale, un gioco finalizzato all’apprendimento dei valori fondativi dello sport.
Gli spazi di gioco e i materiali utilizzati sono ridotti e proporzionati, perché il bambino si trovi a suo agio e abbia a che fare con un “mondo”studiato sulle sue esigenze, proporzioni e possibilità fisiche, da svolgersi in minicampi di diverse misure che mettono in condizione i giovani allievi di sviluppare le loro capacità coordinative e il loro senso tattico.
Il bambino che inizia a giocare a minitennis sarà stimolato attraverso giochi, attrezzi, superfici a usare tutte le sue possibilità di movimento, con tutti gli arti, in tutte le direzioni, imparando a padroneggiarle e utilizzarle per raggiungere uno scopo preciso: uno sviluppo armonioso, sia fisico che mentale stimolato da una specifica attività motoria.
E’ chiaro che il fine di tutto è l’apprendimento dei fondamentali del tennis: diritto, rovescio, volée, servizio, tuttavia l’apprendimento è facilitato da uno specifico sistema induttivo attraverso il quale l’allievo è stimolato nelle situazioni proposte a realizzare determinate risposte coadiuvate dai suggerimenti dell’insegnante. Con il minitennis i bambini sono, fin dall’inizio, nella situazione di fare una partita e di misurarsi con i compagni estrinsecando il loro innato agonismo. Proprio la partita diventa uno strumento di insegnamento in un contesto che stimola la socializzazione con gli altri bambini sia attraverso l’alleanza di ‘amici’ per raggiungere un obiettivo comune proposto dall’insegnante, sia attraverso l’accettazione e l’analisi serena di una di una delle condizioni inevitabilmente connesse con lo sport: vittoria e sconfitta.
In conclusione, il minitennis deve essere inquadrato come una proposta educativa per il bambino che, pur nella specificità dell’approccio ad uno sport dai caratteri peculiari, tiene conto della generalità delle caratteristiche dei piccoli allievi, insegnando loro rispetto delle regole e per il prossimo.